{La vita non ti da le persone che vuoi, ti da le persone di cui hai bisogno: per amarti, per odiarti, per formarti, per distruggerti e per renderti la persona che era destino che fossi.
"Sono cresciuta più negli ultimi mesi che negli ultimi anni.”
Anonimo asked: Adoro il tuo blog e sto anche ore a leggere i tuoi post e a guardare le immagini sei bravissima sul serio!!!!

Non so come ringraziarti. È merito vostro, di tutta la mia famiglia composta da ogni persona che si trova qui. Ho trovato molto più di un diario segreto qua, più di un blog personale, questa è la mia valvola di sfogo.

voragineumana asked: Mi sono rifugiata nel tuo blog. Grazie chiunque tu sia.

Mi hai fatto scendere una lacrima sai? Ringrazio io te per questo messaggio. Un messaggio così, sincero e puro, di un’intensità tremendamente forte, sento quel tuo Grazie così forte, come un urlo, un grido.
Contenta di esserti arrivata!

cieloverde93 asked: 5 e 17 :) ?

-Che opinione hai di te? Sono forte, sono stata ferita e scalfita parecchie volte, ma ancora adesso credo nell’amore. Ho amato, ho amato davvero per 3 incantevoli anni, so cosa significa essere vitali per un’altra persona. Mi considero una sciocca a volte, mi faccio paranoie e viaggi mentali idioti. Ma durano poco, oh si che durano poco. Ho sviluppato una razionalità niente male, che mi permette di dar peso a queste seghe mentali per non più di qualche giornata. So metterci una pietra sopra. So scegliere a cosa pensare. So decidere cosa può farmi star male.
-Hai una routine giornaliera? Più di una, amo le routine, sono una persona che odia i cambiamenti, amo essere cullata dalla sicurezza di un’abitudine. Dalla brioches calda al miele la mattina della piccola pasticceria all’angolo, al bagno caldo la sera prima di andare a dormire. Le routine più dannose invece sono date da lui, a spaventarmi é il fatto che: come le abbiamo create, possiamo distruggerle: il suo messaggio del buongiorno, la sua telefonata in pausa pranzo, il suo messaggio della buonanotte. Le routine più dolci e allo stesso tempo più crudeli se eliminate.

Anonimo asked: Frequento un ragazzo da due anni, ha 16 anni più di me e i miei genitori rompono per il fatto che ci esca. Hanno intuito che tra noi ci sia una storia, ma prima di dirlo a loro, dobbiamo conoscerci tra noi. Ho quasi 21 anni, capisco le loro preoccupazioni ecc, ma ho bisogno della mia libertà.

Se lo conosci e ci esci da due anni, avrai trovato sicuramente buone ragioni per continuare a frequentarlo. I tuoi genitori dovrebbero essere al corrente che la storia va avanti da molto e che lui non è il primo sprovveduto passato per caso di li. Non si fidano di lui per via dell’età? Solo per quello?

"Non costringo nessuno alla mia presenza.”
Anonimo asked: Beata te che puoi dormire con il ragazzo che frequenti... Un bacio

Non è mai scontato, non lo è mai. Vivo già da sola io, per questo ho questa fortuna. Tu come mai non puoi? I genitori? La distanza? Raccontami se vuoi:(

Anonimo asked: Quanti anni hai?

16, o forse 23, magari anche 30. Cambia qualcosa?

Brioches alla crema ricoperta di zucchero a velo.

Le domeniche dovrebbero tutte cominciare così. Raggomitolati l’uno all’altra nel letto dopo aver passato la notte abbracciati, con la sveglia che suona, suona anche se è domenica mattina per condividere assieme la colazione. Oh si, ma un brioches alla crema ricoperta di zucchero a velo potrai mai essere più dolce dell’immagine di noi che ci svegliamo insieme, di te che mi baci sulla fronte, di te che mi ribalti e mi coccoli, di te che mi fai il solletico anche se sai che non lo soffro ed io che mi schernisco lo stesso per stare al gioco? Una brioches alla crema ricoperta di zucchero a velo può avvicinarsi a questa dolcezza, ma non la supera, oh no che non la supera.

Anonimo asked: Non sono uno che vive di rimpianti, ma uno ce l'ho: averti conosciuto qui e non di persona. Non so se esista il suicidio affettivo, per me sì, non mi taglio le vene dei polsi, ma quelle dei sentimenti sì, ma non per causa tua, ma di un'incosciente.

Raccontami di questo incosciente che ti ha reso così. Non si merita le tue lacrime, non si merita il tuo sangue, non si merita nulla di te.
Sono qui.

quelsorrisomiammazza asked: Bellissima pagina *-*

Mi hai strappato un sorriso 😍

Anonimo asked: 1,2,3,6

6. Per cosa ti emozioni? Per le coppie di anziani che si tengono per mano. Per le coppie che si baciano quando si ritrovano. Per il rumore del mare. Per un bambino che sorride. Per la mia mamma quando piangendo mi dice: ti voglio bene. Per il mio papà che fa di tutto per rendere felice la mia famiglia. Per la mia cagnolina che mi lecca via le lacrime quando sto male.
1. Faresti mai sesso con l’ultima persona con cui hai messaggiato? Certo, è il ragazzo con cui mi frequento ora. 
2. Hai parlato con un tuo ex oggi? No, non ci parliamo da anni. 
3. Hai mai ‘tolto’ la verginità a qualcuno? Si, anni fa, ma non lo trovo motivo di vanto.

Anonimo asked: Ho letto la risposta che hai dato alla domanda del nome del tuo blog. Nonostante siano passati 3 anni pensi ancora a lui? Ps: hai un bellissimo blog

Grazie:)
A lui non penso razionalmente. Lo ricordo. Come un ricordo d’infanzia, qualcosa inciso nella memoria che ogni tanto sbalza fuori senza che sia io a pensarci. Sta li, nella mente, nel cuore, non fa male, ma la sua presenza c’è.

Anonimo asked: Perchè il tuo blog si chiama così?

Rispondo sempre con una dolce malinconia a questa domanda. A quell’ora, durante quei minuti, 3 anni fa, sentì le due parole più feroci mai ascoltate prima ad ora: addio amore. A quell’ora, qualche secondo dopo lo vidi andare via da me, per sempre. Il suo ricordo è tutt’ora li, e ci sarà per tutta la vita.

cieloverde93 asked: Ho passato una serata intera a leggere il tuo blog, ammetto che non lo facevo da un pò e mi mancava. Mi piace questo nostro modo di 'seguirci' da lontano, in silenzio. Sei davvero fantastica. Buonanotte.

Mi fa piacere, davvero, scoprire l’altro, tenerlo in considerazione, affezionarsi alle sue storie, è un piacere leggerti!

©